SERVIZI SICUREZZA

> La Valutazione dei Rischi 

La valutazione dei rischi è un’analisi dei  processi aziendali e dei rischi legati all’attività e agli ambienti di lavoro. Serve a prevenire le malattie professionali e a proteggere i lavoratori da possibili incidenti. Tutte le aziende sono tenute ad inserire i dati di tale analisi in un documento che prende il nome di Documento di valutazione dei rischi (DVR).

Fare in modo che la propria azienda sia in sicurezza è semplice.

Gli step che vi proporremo sono:

  • Sopralluogo aziendale
  • Verifica da parte del consulente dei documenti attinenti la sicurezza
  • Analisi e individuazione dei rischi
  • Individuazione delle misure di prevenzione e protezione da attuare, compresa la formazione
  • Elaborazione, consegna e spiegazione del documento ai referenti incaricati
  • Mantenimento del documento DVR aggiornato in base ai cambiamenti aziendali e/o legislativi.

Per noi la sicurezza è un’ impegno quotidiano, ma è anche una buona occasione per un autentico miglioramento nel lavoro di tutti i giorni.

> PSC, POS e PIMUS

Il PSC (piano di sicurezza e coordinamento) è il documento all’interno del quale il coordinatore della sicurezza, dopo aver analizzato tutte le imprese, le attrezzature, le macchine e le lavorazioni, individua i rischi presenti sul cantiere e mette in atto le relative misure preventive e protettive.

Il POS (piano operativo di sicurezza) è il documento che ciascuna impresa presente sul cantiere è obbligata a redigere prima di entrare in cantiere. Nel pos il datore di lavoro inserisce tutte le misure atte a garantire la salute e la sicurezza dei propri lavoratori, le attività da svolgere e le attrezzature da utilizzare, relazionate con quanto riportato nel PSC.

Il PIMUS  è il piano di montaggio uso e smontaggio dei ponteggi è il documento obbligatorio da redigere, prima dell’esecuzione dell’opera, dall’impresa commissionata per il ponteggio di cantiere e messo a disposizione di tutti i lavoratori che ne usufruiscono.

Come possiamo aiutarvi?

Per le imprese che operano sui cantieri offriamo una consulenza a 360° che consiste non sono nella redazione dei documenti elencati e di tanti altri come PSS, Certificazione impianto elettrico di cantiere, etc ma anche  nell’assistenza di figure che per esperienza professionale e titoli possono rivestire il ruolo di coordinatore di cantiere che è il “direttore d’orchestra” della sicurezza sui cantieri ai sensi del D. Lgs. 81/08.

> La sorveglianza sanitaria

La Sorveglianza Sanitaria è finalizzata alla tutela dello stato di salute e sicurezza dei lavoratori, in relazione:

  • all’ambiente di lavoro
  • ai fattori di rischio professionali
  • alla modalità di svolgimento dell’attività lavorativa

Il medico competente aziendale collabora con il datore di lavoro nella valutazione dei rischi e stabilisce, attraverso la visita medica preventiva, la compatibilità tra lo stato di salute del lavoratore e i compiti svolti quotidianamente, in modo da individuare possibili condizioni di ipersuscettibilità ai rischi lavorativi.

Presso la nostra sede

I lavoratori possono sostenere visita medica preventiva con apertura di cartella sanitaria  (art. 25 D.Lgs. 81/08) in cui vengono riportate:

  • le condizioni psicofisiche
  • i risultati degli accertamenti strumentali, di laboratorio e specialistici
  • il giudizio di idoneità alla mansione.

> Autorizzazione in deroga all’art. 65 e All.IV p.1.2 del D.Lgs. 81/08

Tutte le imprese con locali adibiti a luogo di lavoro sotterranei e semisotteranei e/o con altezza inferiore a 3.00 metri sono tenute a presentare istanza di deroga.

Poiché ai sensi dell’ articolo 65 del D.lgs. 81/08 è vietato destinare al lavoro locali chiusi sotterranei o semisotteranei e per l’articolo 63 All. IV p. 1.2 D.Lgs. 81/08  locali con altezza netta inferiore ai 3 metri, è nostro compito predisporre prima con il datore di lavoro le idonee condizioni di aerazione, illuminazione e di microclima ed esibire poi la specifica istanza agli organi di vigilanza.

Oltre alle autorizzazioni in deroga assistiamo le imprese qualora intendano costruire, adattare, ampliare un edificio od un locale per adibirlo a lavorazioni industriali con più di tre operai e per questo tenute a denunciarlo ai sensi dell’art. 67 del D.lgs. 81/08 agli enti preposti.

> S.C.I.A.

La S.C.I.A. , Segnalazione certificata di inizio attività, è la dichiarazione obbligatoria di cui l’impresa necessita per iniziare, modificare o cessare un’attività produttiva. Tale documento viene inviato, generalmente per via telematica, allo Sportello Unico attività produttive e autocertifica l’essere in regola ai sensi della normativa vigente.

Come si procede?

Per consentire senza alcuna difficoltà il rilascio dell’autorizzazione proponiamo un sopralluogo gratuito in azienda, che consigliamo fin dalla fase di progettazione, dove verifichiamo:

  • I requisiti ai sensi del D.Lgs. 81/08 con anche rilievi fonometrici, vibrazioni meccaniche, microclima, illuminazione, polveri, radon;
  • gli aspetti igienico-sanitari in riferimento al “pacchetto Igiene”;
  • le proprietà dell’edificio ai sensi della normativa territoriale in materia di edilizia ed urbanistica.

Grazie all’opera di tecnici abilitati e dopo il confronto con gli enti preposti, redigiamo il progetto per ciclo produttivo e layout aziendale  completo di planimetria dei locali e relazione tecnica asseverata.

> H.A.C.C.P.

Il metodo HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point), in italiano "analisi dei rischi e dei punti critici di controllo", serve a tutelare la salute del consumatore.
Si tratta di un sistema che si occupa di prevenire i pericoli che potrebbero insorgere nelle fasi di produzione di un alimento e durante tutti gli altri passaggi successivi, quali: stoccaggio, trasporto, conservazione e vendita al consumatore finale.
Recenti Regolamenti Comunitari (CE 178/2002 e CE 852/2004) obbligano gli operatori del settore alimentare a dotarsi di un manuale di autocontrollo basato sul sistema HACCP.

Come compilare un MANUALE HACCP?

Affianchiamo l’impresa  nella  stesura del manuale completo dei dati aziendali e delle procedure da organizzare individuando i punti critici per ogni fase di produzione come:

  • la selezione delle materie prime, dei fornitori e dei servizi
  • la pulizia e la disinfezione dei locali e delle attrezzature
  • le operazioni di disinfestazione e derattizzazione
  • la gestione dei rifiuti e l'igiene del personale
  • la manutenzione degli impianti
  • l'approvvigionamento idrico e la rintracciabilità dei prodotti alimentari

e sostenendo sistematicamente presso la vostra azienda accertamenti strumentali e di laboratorio. Grazie alla nostra consulenza periodica l’azienda avrà un manuale sempre aggiornato di pari passo con i propri cambiamenti.